Bitcoin: un Nuovo Modello o un’altra bolla di sapone?

Bitcoin: un Nuovo Modello o un’altra bolla di sapone?

Dimitri Elkin      

27 agosto 2017

“Penso che Bitcoin sia decisamente una mania. Alla fine i media si annoiano e passano alla prossima cosa che lascerà un prezzo molto più basso per il Bitcoin”, ha detto Gavin Andressen, scienziato capo della Bitcoin Foundation, in una intervista per il New York Times. In apparenza, questo avvertimento assomiglia quasi ad un consiglio prudente. Sapendo che il signor Andressen era una delle persone più informate al mondo sulla strana sfera delle criptovalute.

Ma quelli che seguirono l’intuizione del signor Andreessen e vendettero i loro bitcoin dopo aver letto il New York Times, si sono pentiti.

L’articolo è apparso nell’aprile 2013. All’epoca, bitcoin si stava scambiando intorno ai 100 dollari. Quattro anni e quattro mesi dopo, il prezzo di bitcoin sarebbe salito sopra ai 4.200 dollari.

I rendimenti realizzati dagli speculatori di Bitcoin sono passati da impressionanti ad astronomici. Se hai investito mille dollari in bitcoin nel 2011, entro il mese di agosto 2017, tale investimento valeva 40 milioni di dollari.

Il valore combinato di Bitcoin e di altre criptovalute aveva recentemente superato i 150 miliardi di dollari statunitensi, dieci volte più grande del valore dell’oro mai trovato in California, in occasione della famosa “Corsa all’oro” del 1849. Partendo da un modesto Whitepaper, l’idea di contabilità finanziaria distrivuita ha generato l’universo che inizia ad assomigliare all’onda di Internet della metà degli anni Novanta, ed ha toccato un numero crescente di industrie dal settore bancario alla logistica.

È difficile mantenere un pensiero sobrio durante una corsa d’oro, ma poiché le preoccupazioni riguardo una bolla di sapone su Bitcoin sono apparse già nel 2012, può essere giusto mettere una  pausa e chiedere, ancora una volta, siamo in una bolla di sapone con la criptovaluta? La risposta a questa domanda ha delle implicazioni molto pratiche, sia per le persone che possiedono bitcoin, sia per coloro che stanno pensando ad un cambiamento di carriera per perseguire le ricchezze di blockchain.

Molti economisti sono stati stupiti che, malgrado lo scetticismo, bitcoin continua a salire. Nel corso degli anni il prezzo del bitcoin è crollato più volte di più del 50%. Recuperando ogni volta.

Non solo questo. Sono apparse numerose criptovalute, tra cui la seconda valuta più grande, Ethereum. Nel corso del 2017, parecchie società hanno raccolto oltre un miliardo di dollari attraverso l’Offerta Iniziale di Moneta.

Questa volta è diverso?

Esistono due tipi di bolle di sapone nel mercato.

Il primo tipo è quando una risorsa preziosa diventa troppo costosa. Il crollo del mercato immobiliare nel 2008 negli Stati Uniti è un buon esempio. Quando i prezzi immobiliari americani sono scesi di livello, l’utilità fondamentale delle abitazioni residenziali in America non è cambiata e il mercato immobiliare statunitense ha finalmente recuperato.

Il secondo è quando il valore intrinseco di un bene è trascurabile, e l’aumento del prezzo dell’attivo è guidato solo da una frenesia speculativa. Quando una tale bolla di sapone sul prezzo scoppia, il valore dell’investimento va a zero. La storia ha molti esempi di tali bolle, incluse la mania del tulipano olandese nel XVII secolo o la mania russa di MMM nel XX secolo. Molte aziende Internet premature negli Stati Uniti rientrano anche in quella categoria: quando la bolla di Internet scoppiò nel 2001, Pet.com e molte altre aziende di telefonia sono scomparse per sempre dalla faccia della terra.

Molti critici di bitcoin dicono che le criptovalute rientrano nella seconda categoria di bolle di mercato e non hanno alcun valore. Se si possiedono ancora delle azioni di MMM, almeno potete incorniciarle e metterle sul muro. Bitcoin non può nemmeno essere utile a scopo di collezionismo.

Ogni bolla è basata sulla logica autoreferenziale, dicono i critici. Il prezzo è salito e quindi il prezzo continuerà a salire. In linea con questa logica, la bitcoin e altre criptovalute sono una bolla classica. E il fatto che la bitcoin è apprezzato molto di recente è un segno che un incidente importante è dietro l’angolo.

Il caso contro bitcoin è avvincente. Ma anche l’altro lato ha molti argomenti convincenti.

I difensori di Bitcoin sostengono che l’avvento delle criptovalute rappresenta un “nuovo modello” in accordo al quale gli imprenditori, abilitati dalla tecnologia, possono creare un’infrastruttura finanziaria vitale, meglio di qualsiasi governo. L’ascesa iniziale di bitcoin è avvenuta nel 2011, quando molti investitori si preoccupavano della redditività della “carta”, o moneta a corso forzoso, delle valute reali, e cercavano delle alternative. L’oro, l’alternativa tradizionale al denaro di carta ha raggiunto il valore più alto di 1800 dollari per oncia durante quel periodo. Bitcoin ha iniziato a crescere rapidamente anche durante questo periodo, e la sua corsa selvaggia verso l’alto ha continuato.

Adesso, un bitcoin vale più di tre once d’oro. E bisogna notare che un investimento in bitcoin è stato un investimento più sicuro che mantenere i depositi nelle banche russe.

Ottenere l’accettazione del sistema tradizionale

Negli ultimi anni le ragioni per le criptovalute sono aumentate in modo elevato. Anche i critici riconoscono che bitcoin e le altre criptovalute hanno alcune proprietà utili.

In primo luogo, la tecnologia del blockchain per mantenere traccia delle transazioni, ha convinto molti sostenitori al di fuori del mondo della criptovaluta. Ad esempio, la recente ICO di Filecoin mira a portare la filosofia del blockchain nell’industria della archiviazione dei dati.

In secondo luogo, bitcoin è diversa dallo schema MMM/Ponzi perché il processo di creazione di una bitcoin è trasparente e l’offerta dei bitcoin è limitata. Difatti, appena il numero di bitcoins disponibili diminuisce, il costo del “bitcoin mining” aumenta. Questo, in teoria, può definire il livello minimo al prezzo della bitcoin.

In terzo luogo, una bitcoin non scompare, e il suo costo di mantenimento è insignificante. Prendendo in prestito un ritornello familiare: i bitcoin sono per sempre.

La proprietà dell’offerta limitata ed il valore “eterno”, rendono simile una bitcoin ad un altro  bene di pregio, che rimane estremamente resistente come deposito di ricchezza: l’oro.

L’oro non ha valore pratico al di là di un’applicazione industriale, ma questo metallo nobile è stato un modo molto affidabile per accumulare valore. La quantità di cibo o di altri prodotti che si possono ottenere con una moneta d’oro oggi, non è molto diversa da quella che era durante i tempi di Giulio Cesare. Questa notevole resistenza ai valori è in gran parte determinata dal fatto che l’ammontare di oro che è stato mai estratto nel mondo può essere contenuto in una piscina di dimensioni olimpiche.

Quindi, l’argomento Nuovo Modello afferma che bitcoin è come l’oro per il ventunesimo secolo. Certo, un bitcoin può non avere alcun valore intrinseco. Ma una volta che l’uomo stabilisce la convenzione di utilizzare i bitcoin per fornire valore e per acquistare e vendere beni e servizi, questa convenzione continuerà, proprio come con l’oro, l’argento o i diamanti.

Ma anche se si accetta questo argomento su bitcoin, cosa fare di tutte le altre criptovalute che sono apparse di recente?

L’oro è un elemento della tavola periodica e la sua offerta è limitata dalla natura.

Per i bitcoin è diverso. È stato creato dalle persone. Inizialmente, bitcoin era come l’oro: un’offerta unica e limitata. Poi è arrivato Ethereum. Ora le ICO creano una nuova criptovaluta quasi ogni settimana. La creazione di nuove criptovalute è limitata solo dall’immaginazione umana.

Facciamo un semplice esperimento mentale. Se domani qualche alchimista annuncia la scoperta della Pietra Filosofale, capace di trasformare metalli poco costosi in oro, cosa accadrà con il prezzo dell’oro? È evidente che il valore di un lingotto crollerà bruscamente.

Nel 2017, qualcosa di piuttosto notevole è successo a bitcoin. Nonostante l’aumento di Ethereum e di numerose altre criptovalute, il prezzo di bitcoin è aumentato.

Questo non ha alcun senso economico, e avrebbe dovuto far suonare un campanello di allarme. Invece, gli investitori seri sono recentemente saltati sul carro di bitcoin. Ad esempio, nel giugno del 2017, la banca d’investimento americana Goldman Sachs ha rilasciato una nota di ricerca ai suoi clienti in cui prevedeva che il prezzo di bitcoin sarebbe arrivato vicino ai 4.000 dollari. Due mesi dopo, è esattamente quello che è successo.

Ciò che sale deve scendere?

È difficile spiegare la recente esuberanza degli investitori riguardo bitcoin. Probabilmente ciò riflette il fatto che il mondo è inondato di contanti, ed il prezzo di molti beni è aumentato nel 2017.

Il vero test del valore di bitcoin e di altre criptovalute verrà quando i mercati finanziari tradizionali decadranno. Se, durante un mercato generale di vendita, i prezzi di bitcoin continueranno ad essere forti, allora sarà un argomento molto serio per la vitalità a lungo termine delle criptovalute.

Gli investitori sono alla ricerca di beni “non correlati” con i mercati azionari e obbligazionari. Ecco perché l’oro è stato popolare. Forse bitcoin può aderire a questo elenco di risorse uniche.

Nel frattempo, prevedere il futuro di bitcoin, o di altre criptovalute, rimane più difficile che mai.

Ma ecco un paio di opinioni, una pessimista e l’altra ottimista.

Sheba Jafari, responsabile della strategia tecnica di Goldman Sachs, prevede che, dopo il recente alto livello raggiunto, bitcoin dovrebbe ricadere al valore di 2,221 dollari.

Ma dall’altra parte, Jeremy Liew, uno dei primi investitori in Snapchat, recentemente ha presentato una visione al rialzo su bitcoin, e ha previsto a che valore bitcoin dovrebbe essere scambiata nel 2030. Il suo obiettivo di prezzo: 500.000 dollari. Sì, non è un errore. Mezzo milione di dollari per ogni bitcoin.

Che tra molti anni da adesso, un bitcoin possa valere mezzo milione o mezzo dollaro, è difficile sapere. L’unica cosa certa, se investite in bitcoin, è che dovete essere pronti per una corsa  selvaggia, e sicuramente, come si dice in Texas, non scommettete sul ranch.



RELATED ARTICLES
RECOMMENDED ICOS